'In' Romania

La Società Alfa Euro Avice, che svolge da tempo varie attività di consulenza sul territorio rumeno, è in grado di offrire un servizio per l'abilitazione in Romania, adeguato alle esigenze di ogni candidato.

 

MAIL: Info@alfaeuroadvice.com


TELEFONI WHATSAPP: 0039 348 30 28 605 - 0040 744 661 137


L'OMOLOGAZIONE DEL TITOLO PREVISTA PER LEGGE

Nonostante le difficoltà al rientro in Italia, sono sempre più numerosi i laureati in giurisprudenza che piuttosto che incorrere nella lotteria dell'esame di Stato, studiano percorsi alternativi. In pratica l'omologazione del titolo è prevista per i titoli conseguiti all'interno dell'Unione Europea sulla base del decreto legislativo 96 del 2 febbraio 2001. Esaminando le diverse strade previste in Europa per l'accesso all'ordine ad oggi, le proposte attualmente valide sono due.

È la Romania la nuova terra promessa per i laureati in giurisprudenza che vogliono evitare il toto esame che ogni anno falcidia, considerando anche solo le tre prove scritte, il 70% degli iscritti. Un tempo la sede d'esame di Catanzaro era ritenuta un vero e proprio Eden per chi veniva dal Nord, poi tra una riforma e l'altra, è stata la volta del boom della Spagna, ma ormai anche qui è obbligatorio il Master, la pratica e l'esame.

L'ESAME DI ABILITAZIONE IN ROMANIA

Ai fini dell'iscrizione all'Ordine rumeno (UNBR )come avocat definitiv è sicuramente necessario avere omologato la propria laurea italiana, una pratica che comunque, si risolve nella mera equipollenza, senza esami integrativi e che si ottiene su richiesta al Ministero dell'Educazione e della Ricerca e dello Sport di Bucarest. Il percorso rumeno prevede poi un esame di abilitazione che ha per oggetto "solo" quattro materie (diritto civile, penale e le due procedure). Potrebbe sembrare uno scoglio insormontabile, viste le difficoltà legate sia alla lingua che ad un ordinamento diverso dal nostro, ma se ci si prepara adeguatamente, grazie al materiale di studio e alle simulazioni dei test che la società mette a disposizione dei candidati, si può ottenere un risultato positivo.

Il certificato di avvenuta pratica forense in Italia è tra i requisiti essenziali per l'accesso alla professione in Romania, in quanto obbligatorio ai sensi della legge n.51/1995. Quanto alla sede d'esame è NECESSARIO sostenere l'esame presso l'Ordine rumeno. Occorre quindi fare le valigie e andare in Romania. Ovviamente poi la conclusione felice dell'iter (il rientro sul suolo patrio per divenire avvocato stabilito prima, e poi, dopo tre anni, avvocato integrato), non è scontata. Al di là delle garanzie e delle promesse, è fondamentale sapere che alcuni ordini cercano ancora di ostacolare le iscrizioni.
Il Consiglio Nazionale Forense in questo non è molto collaborativo.

AVVOCATI, ABILITAZIONE ALLA PROFESSIONE IN ROMANIA.

Il processo di omologazione del titolo di laurea in giurisprudenza ed iscrizione presso un ordine rumeno con l'ottenimento del titolo di Avocat definitiv è diviso in 2 fasi: omologazione ed esame di accesso all'ordine finalizzato all'iscrizione. Al fine di poter sostenere con successo l'esame di accesso all'ordine vi mettiamo a disposizione del materiale costituito da questionari e una piattaforma virtuale che vi permetterà di esercitarvi 24 ore su 24.
In seguito si succederanno una serie di adempimenti amministrativi, tutti seguiti costantemente dalla società e dal tutor assegnato ad ogni assistito: emissione dei risultati dell'esame, del giuramento e del tesserino rilasciato dall'ordine degli avvocati di Bucarest. Il superamento dell'esame finalizza l'iscrizione presso l'ordine e pertanto l'ottenimento del titolo di Avocat definitiv.


Richiesta Informazioni

Nome:

Cognome:

E-mail:

Telefono:

Note:

Test On Line

Area Riservata